Agorà
 

A Conflenti la mostra dell'architetto Dal Bo' "exLoco. Altre dimensioni (Il percorso della forma dal reale al virtuale)"

Pramantha Arte annuncia che oggi, sabato 7 Dicembre, alle ore 17.30 - nell'ambito di Catàgeios. L'antro dell'artista - Le opere e i giorni - sarà inaugurata la mostra personale del giovane architetto italiano Alberto Dal Bo' dal titolo exLoco. Altre dimensioni (Il percorso della forma dal reale al virtuale)

"Dopo la mostra di Auksė Petrulienė Rabbia e Protesta. Cambiamento dedicata al tema della salvaguardia del verde pubblico e all'implicita questione dell'autodeterminazione delle comunità nella scelta dei criteri di vivibilità dei territori - spiegano i curatori -, con exLoco. Altre dimensioni di Alberto Dal Bo' Catàgeios approfondisce il tema dello spazio e della sua concezione/creazione, interrogando e provocando la più antica e fondamentale delle arti: l'architettura. Un'interrogazione che - nello spazio espositivo - si materializza attraverso un'installazione di pannelli che riassume alcuni anni di ricerca e di studio dedicati dall'architetto ai concetti di forma, spazio e rapporto; un'istallazione che solleva questioni logiche, formali, estetiche, politiche e relazionali nel progetto/processo di realizzazione di una forma compiuta".

"Architetto di giorno e musicista di notte - continuano i curatori - Alberto Dal Bo' si è laureto in Architettura per il Nuovo e l'Antico presso l'università IUAV di Venezia nel 2016. E' ideatore e coordinatore dell'associazione exLoco (impegnata nella definizione di strategie di cooperazione e nella divulgazione di pratiche virtuose di resilienza delle comunità rurali), e una ricerca dal titolo Borghi rurali antichi dell'area mediterranea: conoscenza, conservazione, riuso e valorizzazione - condotta per il dipartimento di Architettura Costruzione e Conservazione dello Iuav - lo ha portato a scoprire Conflenti e a intercettare il progetto Catàgeios".

"ExLoco. Altre dimensioni (Il percorso della forma dal reale al virtuale) è un intervento che si misura con l'essenza del progetto Catàgeios proprio nella misura in cui uno spazio rustico, dimenticato, obsoleto, primitivo, chiuso, apparentemente anacronistico - nella forma, nei materiali, nella destinazione d'uso - viene riesumato e "fatto parlare" attraverso un intervento ideativo che parte dal senso proprio del luogo, ne interpella la materia e la cultura, e produce una visone spaziale proiettata nel futuro, svincolando (paradossalmente) la forma costruttiva da qualsiasi rigidità e restituendola alla vita".

"L'intervento artistico di Dal Bò si arricchisce con la pratica e la sperimentazione di un intervento didattico che coinvolgerà gli studenti del Liceo Artistico "Francesco Fiorentino" di Lamezia Terme, i quali saranno chiamati a misurarsi con diversi spazi architettonici del posto, insieme allo spazio in oggetto e - attraverso tre fasi operative e l'utilizzo della moderna tecnologia con la realtà virtuale per la progettazione - realizzare un'opera collettiva.

La mostra - a cura di Antonio Bruno Umberto Colosimo e Maria Rosaria Gallo - avrà luogo presso la sede espositiva della galleria Pramantha Arte a Conflenti (CZ), in Vico XIV Garibaldi n. 87, sarà inaugurata sabato 7 Dicembre, e sarà aperta al pubblico fino al prossimo 15 Dicembre 2019, tutti i giorni dalle ore 17.30 alle ore 19.30. Per ulteriori informazioni e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 3395028498